Il sesto presupposto è stilistico, o formale. Riguarda la popolarità e radicalità dei contenuti.

Innanzitutto lo stile di Satrasia è popolare. Ovvero accessibile a tutti. Il linguaggio deve essere il più possibile semplice e lineare, data la complessità inevitabile dell’ambientazione visti i precedenti presupposti. Non c’è spazio per una eccessiva raffinatezza nell’espressione. Le cose devono arrivare dirette, grezze, ruvide. Inoltre i contenuti devono essere d’impatto, catturare facilmente l’attenzione dell’utente con bizzarrie e accostamenti grotteschi.

Il che ci porta alla radicalità dei contenuti. Lo stile di Satrasia è estremo. Ogni aspetto viene portato alle estreme conseguenze: più che l’horror, lo splatter, più che l’erotismo, il porno. Tutto deve risultare eccessivo e contrario a qualsiasi senso di decenza o di misura. Come se fosse contemporaneamente nero e rosa shocking.

fr sxfr dx

divisoreIndice dei postulati:
1. Totalità dei generi del fantastico
2. Medialità delle fonti di ispirazione
3. Plagio
4. Coerenza e compattezza
5. Realismo dell’irrealtà
6. Popolarità e radicalità
7. Relativismo morale
8. Blasfemia e scorrettezza politica
9. Fine puramente estetico
10. Inversione prospettica
11. Bosciolante

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>